classifica

sharing

giovedì 26 marzo 2015

ASTEROIDE VICINISSIMO ALLA TERRA DOMANI 27 MARZO


Asteroide gigante in arrivo: passaggio ravvicinato il 27 marzo 

 

nasa-asteroide-2014-yb35 ROMA - E' previsto per domani 27 marzo, l'arrivo di un asteroide di 500 metri, che, come al solito, "sfiorerà" la Terra.Ma niente panico!La roccia spaziale passerà a circa 4,5 milioni di km, una distanza 11,7 volte maggiore rispetto a quella tra la Terra e la Luna.Scoperto al Catalina Sky Survey della University of Arizona, l'asteroide, chiamato 2014 YB35 è solo uno dei tanti appartenenti alla cosiddetta "Potentially Hazardous Asteroid" (PHA), la lista stilata dalla NASA che comprende i potenziali pericoli per la Terra. Sebbene l'umanità scamperà anche a questa minaccia, per li scienziati si tratta comunque di un promemoria: molte rocce spaziali pericolose sono nelle vicinanze del nostro pianeta e non tutte sono state classificate. Si stima che l'asteroide abbia un diametro di circa 500 metri, dimensioni abbastanza grandi se guardate dal punto di vista "apocalittico".Se una roccia di questa grandezza colpisse la Terra, causerebbe una catastrofe diffusa a livello globale.Il pericolo di corpi come questo asteroide, infatti, è proporzionale a grandezza e velocità.2014 YB35 sta viaggiando a 37.000 km/h e domani raggiungerà il suo massimo avvicinamento sarà di 4.5 milioni di km circa.Farà ritorno nei pressi della Terra nel 2033, a una distanza più ravvicinata (3,3 milioni di km circa) ma ancora sicura. La NASA elenca 2014 YB35 come 'asteroide potenzialmente pericoloso', ma, finora, non vi è alcuna possibilità di un impatto nel futuro.Lo scorso anno, una serie di nomi illustri della scienza ha unito le forze per mettere in guardia il mondo della minaccia posta alla Terra dagli asteroidi.Si stima che del milione o giù di lì di asteroidi che potrebbero causare gravi danni alla Terra, ne conosciamo circa 10.000 (l'un per cento). Ciò significa che in ogni momento una roccia spaziale potrebbe entrare nell'atmosfera e causare notevoli danni, senza "preavviso".La possibilità di questo scenario è stata più volte accennata dalle recenti meteore e palle di fuoco che hanno illuminato il cielo.In particolar modo resterà nella mente comune l'immagine del meteorite che nel febbraio del 2013 esplose sulla città russa di Chelyabinsk. (LEGGI QUI) Link

Nessun commento: