classifica

sharing

giovedì 8 marzo 2012

ENORME DIAVOLO DI SABBIA SU MARTE

 

Un enorme diavolo di sabbia su Marte
  (Foto NASA/JPL-Caltech/Univ. of Arizona)
Diavolo di sabbia con l'ombra sulla superficie di Marte (Foto NASA/JPL-Caltech/Univ. of Arizona)Il Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) è una sonda della NASA progettata per esplorare Marte dall’orbita assieme ad altre sonde e ai Mars Rover. È stato lanciato il 12 agosto 2005, ha raggiunto Marte il 10 marzo 2006 e nel novembre 2006 è finalmente entrato nell’orbita prevista per cominciare gli studi scientifici con i suoi vari strumenti. La durata prevista per la sua missione era di due anni, successivamente estesa per cui il Mars Reconnaissance Orbiter sta continuando a raccogliere dati su Marte. Il 16 febbraio 2012 uno degli strumenti del Mars Reconnaissance Orbiter, un’enorme macchina fotografica chiamata High Resolution Imaging Science Experiment (HiRISE), ha scattato immagini di un diavolo di sabbia nella regione chiamata Amazonis Planitia, una vasta pianura nell’emisfero settentrionale di Marte.I diavoli di sabbia sono comuni su Marte ma questo è davvero enorme. La colonna di sabbia che lo compone ha un diametro di circa 30 metri ed un’altezza di circa 800 metri. L’atmosfera di Marte è molto più rarefatta di quella della Terra ed è composta quasi interamente di anidride carbonica ma i venti marziani possono essere davvero intensi. La conseguenza è che si possono creare diavoli di sabbia di dimensioni enormi come quello fotografato dal Mars Reconnaissance Orbiter.Sia sulla Terra che su Marte, diversamente da un tornado, un diavolo di sabbia si forma tipicamente quando c’è bel tempo. Infatti, la sua formazione è causata da un surriscaldamento del suolo che crea un mulinello d’aria che sale attraverso uno strato di aria più fredda. Il vortice può avere un movimento rotatorio quando l’ingresso dell’aria ai suoi fianchi non è uniforme.Negli anni scorsi, vari diavoli di sabbia hanno contribuito a ripulire i pannelli solari dei Mars Rover, sui quali la sabbia si accumula nel corso del tempo. Ciò ha contribuito ad allungare la loro vita ben oltre i tre mesi della loro missione originale.In questo periodo, Marte è al suo afelio, il suo punto di massima distanza dal Sole. Come sulla Terra, il calore che arriva dal Sole scalda l’aria dando energia ai venti ma anche ora diavoli di sabbia di grosse dimensioni possono essere creati. Per fortuna, il Mars Reconnaissance Orbiter è riuscito a fotografare questo diavolo di sabbia davvero spettacolare! Link

Nessun commento: