classifica

sharing

lunedì 17 ottobre 2011

IMPATTO DI UNA COMETA SUL SOLE

 

SPETTACOLARE IMPATTO DI UNA COMETA SUL SOLE IL SISTEMA SOLARE ATTRAVERSA UNA ZONA OSCURA DELLA GALASSIA

Gli astronomi dicono che si tratti di una coincidenza, ma non è la prima volta che una cometa si tuffa contro il Sole, producendo una CME di incredibile potenza. La scoperta della cometa è stata fatta da alcuni astrofili Venerdì 30 Settembre 2011. La cometa, come si vede nel filmato, si è disintegrata in modo spettacolare, il giorno dopo, attratta dal Sole. I Maya avevano previsto un percorso del nostro sistema solare attraverso comete e meteore  Il Solar and Heliospheric Observatory ha registrato le ultime ore di vita della cometa. Nell'impatto, la cometa ha prodotto una esplosione inaspettata, producendo una CME (Eiezione di Massa Coronale). Secondo gli astronomi, che non sanno spiegare il modo per cui una cometa potesse innescare delle esplosioni solari, come quella avvenuta qualche giorno fa, sarebbe stata una coincidenza. Ma alcuni ricercatori Maya come Jhon Majior Jenkins, asseriscono che non si tratta di casualità, ma solo del fatto che la Terra e quindi tutto il nostro sistema planetario, sta attraversando una zona oscura denominata Dark Rift, piena di comete, meteore e polvere interstellare. Questa zona oscura si trova tra un braccio e l'altro della nostra galassia che è di forma spirale. Tale percorso attraverso questa zona, era stato predetto dai Maya che appunto raccontano, attraverso alcuni reperti archeologici, di possibili impatti cometari sul nostro sistema solare. La Redazione di Segnidalcielo dedicherà un articolo proprio su questo tema, ovvero, di eventi cosmici correlati con una stele Maya conservata a Izapa (Messico).


                                                          John Major Jenkins

Secondo quanto riportato dall'Ente Spaziale Americano (NASA), la maggior parte dei ricercatori astrofisici, avrebbe dato per scontato che l'evento del 1° ottobre venisse classificato come pura coincidenza. All'inizio di quest'anno, lo SDO (Solar Dynamics Observatory) ha osservato altra cometa dintegrarsi nell'atmosfera del Sole. Insomma, non sono troppe queste coincidenze? Teniamo d'occhio il Sole, che in questo periodo, potrebbe regalarci altro spettacolo e molte sorprese! Link

Nessun commento: