classifica

sharing

domenica 3 ottobre 2010

SIBERIA, TRACCE DI EXTRATERRESTRI


SIBERIA, TRACCE DI EXTRATERRESTRI

Interessata la zona di Tunguska
( 4/8/2006)     Scoperti frammenti di "manufatti tecnologici di probabile origine extraterrestre" nella zona russa della  Siberia Centrale. Ad affermarlo è il ricercatore Luri Lavbin presidente del "fondo per il fenomeno spaziale di Tunguska". Il ritrovamento riguarda proprio la regionedel fiume Tunguska dove nel 1908 una forte esplosione dovuta forse alla caduta di un gigantesco meteorite devastò un'intera area di duemila chilometri quadrati.
La bin impegnato da oltre dieci anni a scoprire le cause della misteriosa deflagrazione di un secolo fa ha dichiarato al quotidiano russo Moskovski komsomolets che: "si tratti di piccolo frammenti di metallo staccatisi da una superfice di un corpo lucido nero. Dai risultati di un esame preliminare risulta che questi frammenti sono composti di silicio di ferro".
Il ricercatore  russo ha poi precisato che: 2finora non sono mai stati ritrovati resti del meteorite". Aggiungendo che i frammenti scoperti risultano essere "parti di un dispositivo extraterrestre". Sono state alcune foto satellitari  che ritraevano la zona della presunta caduta a guidare Labin nella sua recente missione.
Il rinvenimento delle tracce extraterrestri è avvenuto in una zona a 500 chilometri a ovest da quella solitamente interessate dalle diverse spedizioni effettuate negli anni scorsi. Sono stati trasportati al "Museo del meteorite di Tunguska e degli oggetti spaziali" nel capoluogo regionale Krasnoiarsk i frammenti trovati da Labin dove verranno scrupolosamente esaminati.
Ma cosa è accaduto quel lontano 30 giugno del 1908? Un oggetto misterioso splendente e accecante esplode. L'enrgia liberata è pari ad oltre 1000 bombe atomiche a fissione nucleare. Tanto per intenderci la potenza sarebbe stata di 500 volte superiore a quella della prima bomba atomica di Hiroshima.
Tutto praticamente venne spazzato via. Quel giorno nell'intera Europa non scese la notte. La prima spedizione riuscì a raggiungere il luogo della tragedia solo 19 anni più tardi nel 1927. Colpevole la lontananza di Tunguska e le difficoltà operative di quel tempo. Tante le ipotesi che nel corso degli anni hanno preso corpo: dal meteorite alla cometa passando per il fenomeno extraterrestre. Fenomeno questo che ora non sembra assolutamente da scartare.    
(tgcom.mediaset.it)

Nessun commento: